ALFAROMEOFULL

CONFIGURA LA TUA AUTO

Centraline aggiuntive Alfa Romeo

L'Alfa Romeo è un'azienda automobilistica italiana nota per la produzione di autovetture di carattere sportivo.

Fondata il 24 giugno 1910 a Milano come ALFA (acronimo di "Anonima Lombarda Fabbrica Automobili"), nel 1918 cambiò nome in "Alfa Romeo" in seguito all'acquisizione del controllo della società da parte di Nicola Romeo. L'Alfa Romeo appartenne allo Stato italiano dal 1933 al 1986, quando fu venduta al gruppo Fiat.

Durante la sua storia la casa ha realizzato molte vetture da strada e concept car che hanno segnato, in parte, la storia del design dell'industria automobilistica italiana. Da un punto di vista tecnologico, l'Alfa Romeo è stata talora considerata tra le case all'avanguardia del panorama automobilistico mondiale grazie alle innovazioni che hanno esordito sulle sue vetture.

Oltre alle autovetture, l'Alfa Romeo ha anche prodotto veicoli commerciali, materiale rotabile, mezzi pubblici, motori marini e aeronautici. All'inizio degli anni settanta, al culmine della capacità manifatturiera, la forza lavoro sfiorava i 29 000 dipendenti distribuiti nei tre stabilimenti produttivi dell'epoca (Portello, Arese e Pomigliano d'Arco).

La casa del Biscione ha partecipato con successo a differenti categorie di competizioni automobilistiche. Nel 1925 ha vinto il primo campionato del mondo di automobilismo organizzato nella storia, mentre nel 1950 e nel 1951 ha conquistato le prime due edizioni del Campionato mondiale di Formula 1. Nel 1975 e nel 1977 si è invece aggiudicata il Campionato del mondo sportprototipi. Con delle vetture Alfa Romeo la Scuderia Ferrari ha esordito nelle competizioni.

Il nuovo millennio iniziò per la casa del Biscione sotto ottime prospettive. Il modello introdotto nel 2000, la compatta 147, ebbe infatti un grande successo tra il pubblico e ottenne il premio Volante d'Oro nel 2000 e il titolo di Auto dell'anno nel 2001. Nel 2003 avvenne la presentazione del modello GT, che l'anno successivo vinse il premio di "Automobile più bella del mondo".

Nel 2005 debuttò la 159, ovvero il modello di gamma medio-alta che sostituì la 156. La vettura venne realizzata in collaborazione con il gruppo General Motors; il pianale, infatti, era frutto di cooperazione con il marchio Opel. Il 2007 vide il debutto della supersportiva 8C Competizione, le cui forme vennero suggerite dalla 33 Stradale. Venne commercializzata in serie limitata e i 500 esemplari previsti furono tutti venduti appena introdotti sul mercato. Era dotata di un motore V8 Maserati Squadra Corse da 4,7 l e 450 CV, che era assemblato dalla Ferrari e derivante dal propulsore montato sulla Maserati 4200 GT. L'8C Competizione segnò il ritorno della casa del Biscione alla trazione posteriore. La vettura ebbe un ottimo successo e per tale motivo il gruppo Fiat decise di realizzarne anche una versione spyder, che entrò in produzione nel 2009.

Nel giugno 2008 è avvenuto invece il lancio commerciale della compatta MiTo, concepita per incrementare le vendite estendendo la gamma verso il basso. Nel 2010, in occasione del centenario di fondazione della casa, l'Alfa Romeo ha presentato il modello che ha sostituito la 147, la Giulietta. Nel 2013 è entrata invece in produzione la 4C. Il 6 maggio 2014 è stato presentato da Sergio Marchionne il piano industriale del marchio fino al 2018. Il 24 giugno 2015, in occasione del 105º anniversario di fondazione della casa, è stata presentata la Giulia nella versione sportiva Quadrifoglio al museo storico Alfa Romeo.[100]. Questa vettura segna il ritorno delle berline Alfa Romeo alla trazione posteriore dai tempi della 75. Il 16 novembre 2016 è avvenuta la presentazione del primo SUV prodotto dalla casa, denominato Stelvio, che condivide pianale e motorizzazioni con la Giulia.

Nel corso della sua storia la casa del Biscione ha introdotto parecchie innovazioni tecnologiche. In altri casi l'Alfa Romeo è stata tra le prime case automobilistiche ad averle impiegate sulle proprie vetture. Tutto ciò ha portato alla nascita di una tradizione che si è rinnovata fino al XXI secolo e che colloca l'Alfa Romeo tra le case più all'avanguardia nel panorama mondiale.

Una delle prime applicazioni della distribuzione bialbero fu quella del 1914 sulla Grand Prix, che segnò l'esordio di questa tecnologia su un modello Alfa Romeo. Lo stesso sistema di distribuzione, questa volta applicato a un modello stradale, venne utilizzato per la prima volta dalla casa del Biscione nel 1928 sulla 6C 1500 Sport. Nel 1940 l'Alfa Romeo provò uno dei primi sistemi a iniezione su una 6C 2500. Tale modello, che era caratterizzato da un corpo vettura denominato "Ala spessa", esordì su un circuito che si snodava tra le strade del bresciano. Questo sistema d'alimentazione venne realizzato dalla Caproni e prevedeva degli iniettori azionati elettricamente.

La 1900 fu uno tra i primi esempi di autovettura con struttura a monoscocca. Un altro modello tecnologicamente avanzato fu la Giulia, in grado di erogare prestazioni di alto livello grazie alla presenza di sospensioni indipendenti e di una nuova versione del motore bialbero Alfa Romeo. La tradizione dell'uso di una meccanica avanzata continuò con l'Alfetta, che aveva una perfetta distribuzione dei pesi grazie alla presenza di una trasmissione transaxle. Questo sistema prevedeva il cambio e la frizione montati in blocco nel retrotreno e ciò equilibrava il peso del motore, che era anteriore.

Il variatore di fase è stato montato per la prima volta nella storia nel 1980 sulla Spider "Duetto". In seguito questa tecnologia ideata dall'Alfa Romeo è stata applicata da quasi tutti i costruttori automobilistici. Un'innovazione più recente è stato il cambio robotizzato Selespeed. Tale componente, utilizzato per la prima volta sulla 156, ha rappresentato il primo cambio manuale automatizzato mai montato su una vettura di serie. La 156 è stata anche la prima autovettura al mondo a montare un motore turbo Diesel common rail. Anche questa tecnologia si è poi diffusa sui modelli Diesel di quasi tutte le altre case automobilistiche. Sulla MiTo hanno esordito il sistema di monitoraggio Alfa Romeo DNA e il nuovo tipo di cambio a doppia frizione "TCT" ideato dal gruppo Fiat.

Con PowerKing adesso ancora più potente
Alfa Romeo è uno dei più grandi produttori tedeschi di automobili. Il marchio con i q2 cerchi si è creato un ruolo di leader tecnologico con numerose innovazioni: l’affinità ideale con un’azienda innovativa come PowerKing.

Alfa Romeo infatti ha inventato la trazione integrale permanente q2, ha portato su strada il primo motore diesel italiano a iniezione commonrail e la sovralimentazione con turbocompressore. Ha costruito inoltre la prima berlina di serie con monoscocca di alluminio nel mondo.

PowerKing offre oggi un aumento di potenza per quasi tutti i modelli Alfa Romeo: berlina, coupé, cabriolet, roadster e suv.

Aumento di potenza elettronico per la tua Alfa Romeo
Con un PowerKing vivi la soddisfazione di guida a un livello più elevato: così devi poter sentire un’Alfa Romeo!

Il chip tuning PowerKing ti offre la forma più recente dell’aumento di potenza elettronico. Nel far questo si inserisce un dispositivo di comando aggiuntivo altamente sviluppato e determinato individualmente tra comando motore e sensori: una specie di minicomputer con un software di ottimizzazione sviluppato specificamente per il tuo motore Alfa Romeo. Questo comporta un’ottimizzazione dei segnali elettronici con cui il motore viene comandato e consente così una potenza maggiore (CV) che arriva fino al 30% e un aumento della coppia (Nm) fino a circa il 30%.

La nostra forma di tuning motore funziona secondo lo stesso principio dell’aumento elettronico di potenza che Alfa Romeo stessa utilizza per la differenziazione dei modelli con un blocco motore identico. Infatti Alfa Romeo oggi offre ad es. sulla base dello stesso 2.0 jtdm un’ampia gamma di prestazione da 150 a 190 CV.

L’aumento di potenza di PowerKing avviene quindi sempre all’interno delle riserve termiche e meccaniche di potenza del tuo motore. I sistemi di protezione del motore della tua Alfa Romeo rimangono completamente attivi.

Riscopri la tua Alfa Romeo: più potenza, più dinamica, più soddisfazione
A prescindere dall’Alfa Romeo che guidi, jtdm o tbi, con chip tuning PowerKing la vivrai in una forma completamente nuova. Qui solo alcuni fra i tanti esempi:

Nei motori 2.0 jtdm dell’attuale serie (indipendentemente se di un’Alfa Romeo Giulietta, giulia, giulia veloce o stelvio q4) con PowerKing, in seguito al tuning diesel, superi sempre in potenza il modello Alfa Romeo immediatamente successivo. Questo è possibile ad un prezzo significativamente inferiore rispetto al sovrapprezzo previsto per il motore con potenza superiore del produttore.

Il 3.0 jtdm (ad es. di un’Alfa Romeo giulia, 159, 147 Sportback o 156) dopo il tuning jtdm con PowerKing dimostra cosa può fare veramente offrendo una sensazione irresistibile e potenza in abbondanza. La versione 218 CV del 3.0 jtdm con 400 Nm di coppia passa grazie a PowerKing a 266 CV e 613 Nm di coppia.

Un’giulia dotata di 180 CV e 320 Nm con motore di serie 2.0 tbi sperimenta con un PowerKing un aumento di potenza spettacolare fino a 222 CV e 395 Nm, dati di prestazione che si adattano benissimo a quest’automobile premium.

Il piccolo provoca meraviglia: un’Alfa Romeo mito con il motore più piccolo 1.2 tbi (86 CV, 160 Nm) raggiunge già con il nostro chip di base PowerKing il livello dei 100 CV e 192 Nm di coppia.

Un brera con 4.2 jtdm con 393 CV di serie si risveglia letteralmente tramite il chip tuning e raggiunge con un PowerKing irresistibili 407 CV. Si trasforma quindi d’un colpo da pesante fuoristrada ad agile veicolo per la famiglia che dà grande soddisfazione anche nell’accelerazione. Se volessi eventualmente attaccare un rimorchio, allora potresti apprezzare l’aumento della coppia tramite PowerKing a quasi 950 Nm. quadrifoglio verde, quadrifoglio

Anche con modelli assolutamente top come 8c, PowerKing può attivare altre riserve di potenza. PowerKing lancia questo moderno motore turbo benzina 4.0 tbi da 560 CV e 700 Nm a quasi 660 CV e 836 Nm. Questi valori sono indubbiamente allo stesso livello di quelli che raggiungono noti tuner Alfa Romeo come Abt. Il tutto però lo avete da PowerKing con un rapporto qualità-prezzo decisamente migliore.

Nuova: presentata proprio da Alfa Romeo e già ottimizzata da PowerKing, la nuova Alfa Romeo TT, sia come coupé sia come roadster. Offriamo per quasi tutti i motori della nuova TT i nostri prodotti chip tuning.

Puoi decidere tu
Sotto su questa pagina trovi una panoramica dei prodotti di chip tuning PowerKing.
Seleziona lì la tua Alfa Romeo attraverso il nostro tool di selezione veicolo e vedi subito quanto potenziale nasconde ancora la tua Alfa Romeo. Con pochi clic puoi combinare nel nostro shop online il pacchetto di ottimizzazione per la tua Alfa Romeo e ricevere molto rapidamente il PowerKing specifico per le tue esigenze. Ordina semplicemente online, montalo da solo in appena 10-15 minuti e vivi la tua Alfa Romeo come non è mai stata prima. Centralina aggiuntiva Alfa Romeo, centralina aggiuntiva Alfa Romeo mito, centralina aggiuntiva Alfa Romeo Giulietta, centralina aggiuntiva Alfa Romeo giulia, centralina aggiuntiva Alfa Romeo giulia, centralina aggiuntiva Alfa Romeo 159, centralina aggiuntiva Alfa Romeo 147, centralina aggiuntiva Alfa Romeo 156, centralina aggiuntiva Alfa Romeo s1, centralina aggiuntiva Alfa Romeo s3, centralina aggiuntiva Alfa Romeo s4, centralina aggiuntiva Alfa Romeo s5, centralina aggiuntiva Alfa Romeo s6, centralina aggiuntiva Alfa Romeo s7, centralina aggiuntiva Alfa Romeo s8, centralina aggiuntiva Alfa Romeo rs3, centralina aggiuntiva Alfa Romeo 4c, centralina aggiuntiva Alfa Romeo rs5, centralina aggiuntiva Alfa Romeo 8c, centralina aggiuntiva Alfa Romeo 8c performance, centralina aggiuntiva Alfa Romeo rs7, centralina aggiuntiva Alfa Romeo rs7 performance, centralina aggiuntiva Alfa Romeo quadrifoglio verde,, centralina aggiuntiva Alfa Romeo q1, centralina aggiuntiva Alfa Romeo stelvio, centralina aggiuntiva Alfa Romeo giulia veloce, centralina aggiuntiva Alfa Romeo stelvio q4, centralina aggiuntiva Alfa Romeo brera, centralina aggiuntiva Alfa Romeo q4, centralina aggiuntiva Alfa Romeo giulia q4, centralina aggiuntiva Alfa Romeo 159 q4, centralina aggiuntiva Alfa Romeo 156l, modulo aggiuntivo Alfa Romeo mito, modulo aggiuntivo Alfa Romeo Giulietta, modulo aggiuntivo Alfa Romeo giulia, modulo aggiuntivo Alfa Romeo giulia, modulo aggiuntivo Alfa Romeo 159, modulo aggiuntivo Alfa Romeo 147, modulo aggiuntivo Alfa Romeo 156, modulo aggiuntivo Alfa Romeo s1, modulo aggiuntivo Alfa Romeo s3, modulo aggiuntivo Alfa Romeo s4, modulo aggiuntivo Alfa Romeo s5, modulo aggiuntivo Alfa Romeo s6, modulo aggiuntivo Alfa Romeo s7, modulo aggiuntivo Alfa Romeo stelvio, modulo aggiuntivo Alfa Romeo giulia veloce, modulo aggiuntivo Alfa Romeo stelvio q4, modulo aggiuntivo Alfa Romeo brera, modulo aggiuntivo Alfa Romeo quadrifoglio verde, , modulo aggiuntivo Alfa Romeo jtdm, modulo aggiuntivo Alfa Romeo tbi, modulo aggiuntivo Alfa Romeo quadrifoglio, centralina aggiuntiva Alfa Romeo jtdm, centralina aggiuntiva Alfa Romeo tbi