Toyota RAV 4 e problemi DPF: il caso complicato e la soluzione

Spie accese, rigenerazioni frequentissime, perdite di potenza, e soprattutto grossi costi di manutenzione. Siamo alle solite: ecco i tipici problemi causati dal filtro antiparticolato. Oggi parliamo di Toyota, e nello specifico dei motori 2.2 D-4D e 2.0 D-4D montati ad esempio sui modelli RAV4 e Auris, e del modo per poter risolvere definitivamente la questione “dannato filtro antiparticolato”.

La soluzione più ovvia sembrerebbe una, ovvero sostituirlo con uno nuovo  (e prepararsi quindi a sborsare cifre da capogiro) per poi ritrovarsi nella stessa situazione. Ma non sarebbe meglio risolvere il problema in maniera definitiva? E soprattutto sarebbe bello poter risparmiare qualcosa, con i tempi che corrono.

L’alternativa esiste, ed è fino ad oggi una sola, la stessa che ha risolto questi problemi su tantissimi RAV4 e Auris: montare un emulatore e rimuovere il filtro antiparticolato. Montare un emulatore significa eliminare tutti questi problemi, e avere quindi un’auto più affidabile e più parsimoniosa (minori consumi, manutenzione meno frequente, meno cambi dell’olio), e non è poca cosa!

Vi presentiamo quindi il vero protagonista di questa operazione:

 

-                EMULATORE DPF PK43A.3 - emulatore di filtro antiparticolato con funzione di simulazione delle rigenerazioni: questo emulatore simula la presenza del filtro antiparticolato in tutte le situazioni di carico motore e di contropressione, e contemporaneamente simula i processi di pulizia del filtro con cicli programmati e temporizzati.
IMG_6171_784px

Installando l’emulatore è necessario sostituire il filtro antiparticolato con un tubo sostitutivo in acciaio inox perfettamente compatibile con quello originale. Noi disponiamo di due varianti:

-         SENZA CATALIZZATORE: tubo completamente libero.

libero

-         CON CATALIZZATORE: tubo con all’interno un catalizzatore sportivo metallico a 200 celle, ideale per limitare le emissioni, la fumosità e l’odore senza intaccare le prestazioni. Consigliamo vivamente questo modello per mantenere un elemento catalizzante all’interno del tubo di scarico.

cat

 

Anche per questi tipi di auto è possibile quindi risolvere definitivamente tutti i problemi legati al filtro antiparticolato, e dimenticare finalmente tutti i problemi, le spese e, soprattutto, l’enorme disagio di possedere un’auto che non va mai bene come dovrebbe.

Ora sarai libero di goderti il tuo fuoristrada, sempre e comunque.

 

Contattaci per  ricevere un'offerta personalizzata!